CARITAS

Oggi la modernizzazione economica e sociale crea molta emarginazione e poca solidarietà. Basta girare per i quartieri di ogni città di qualunque parte del paese per rendersene immediatamente conto: accanto ai servizi elementari che non funzionano, all'incremento dell'evasione della scuola dell'obbligo, della disoccupazione, delle violenze diffuse, al radicarsi del potere malavitoso, si sviluppano dei modelli culturali e delle espressioni tipiche dell'emarginazione attuale, come la solitudine, il vuoto esistenziale e sociale. la violenza fine a se stessa, la droga. In altri termini si diviene emarginati facilmente per mancanza di nuove relazionalità, per non potere essere cioè parte viva di un contesto umano e sociale, cittadini con diritti esigibili e doveri di solidarietà praticabili. Noi proprio a queste categorie dimenticate, che il gruppo Caritas parrocchiale lavora da anni per aderire alla necessità come cattolici di ricercare e condividere l'essenza delle povertà vecchie e nuove in un cammino sia di formazione che spesso, se non di vero eroismo, di grosso coraggio nell'affrontare piccoli e grandi necessità del fratello. Sia pure tra innumerevoli difficoltà e in collaborazione con altre Caritas parrocchiali e con quella diocesana siamo chiamati ad un impegno sempre più forte nell'attenzione alle povertà come coinvolgimento sia personale che comunitario. Abbiamo preso coscienza che la Carità non è l'elemosina dei nostri giorni, non è un saltuario stimolo all'altruismo, non è una piccola azione di bontà che si esaurisce come l'entusiasmo di un momento, non è filantropismo, non è l'assistenza sociale. La Carità è esserci quando tutti sono altrove o pensano ad altro o solo a se stessi! Promuovere queste riflessioni alla comunità parrocchiale è un ulteriore tappa del cammino fatta fino ad ora. Questa opera di educazione alla Carità potrà avere pieno successo solo quando riuscirà a modificare usi e comportamenti del singolo e della collettività.
A chi è rivolto?
La CARITAS si rivolge a coloro che desiderano vivere un'esperienza di carità all'insegna dell'incontro, condivisione e partecipazione.
Quando ?

Il centro di ascolto, con sede presso il centro parrocchiale di Via Garibaldi:, è aperto ogni:

  • Martedì dalle ore 10:00 alle ore 12:30;
  • Giovedì dalle ore 11:00 alle ore 12:00.
Cosa bisogna fare?
Puoi entrare a far parte del gruppo o eventualmente segnalare casi di bisogno nei giorni sopra indicati o contattando il Parroco.